Treviso nel Risorgimento

24/09/2016

Archivio di Stato di Treviso

Treviso nel Risorgimento

Mazzini, Cavour, Gioberti, La Masa, Cattaneo, Dall'Ongaro, Carlo Alberto, Manin, Vittorio Emanuele II, il marchese D'Afflitto, Giuseppe Garibaldi... e la musica di Giuseppe Verdi: tanti, diversi protagonisti delle vicende risorgimentali attraverso le quali si compì il destino d'Italia. Ed i due Risorgimenti. Quello romantico, letterario, spirituale delle primavere d'Europa e quello politico, della ragion di stato, delle tessiture diplomatiche, della monarchia sabauda che aggiunse le proprie insegne al tricolore italiano. I documenti conservati dall'Archivio di Stato di Treviso ed esposti dal 24 settembre 2016 al 5 gennaio 2017 raccontano i fremiti ideali e le speranze suscitate dal '48, la battaglia di Cornuda, il passaggio del Piave (anche allora trincea) da parte degli Austriaci, i tanti giovani volontari accorsi a difendere la città assediata ed i due plebisciti (quello contrastato del 1848 e quello del 1866). Si soffermano inoltre sugli anni immediatamente successivi all'annessione: quelli in cui si costruisce la memoria collettiva del Risorgimento attraverso i monumenti e le celebrazioni; e nei quali lo stato borghese - monarchico inizia a realizzare l'opera di educazione nazionale efficacemente sintetizzata dalla celebre frase, attribuita a Massimo D'Azeglio: “Abbiamo fatto l'Italia, ora dobbiamo fare gli Italiani”.

La mostra documentaria, curata dal direttore dell'Istituto, dott. Antonio Bruno, è stata realizzata in occasione delle Giornate Europee del Patrimonio e del 150° anniversario dell'unione del Veneto all'Italia. 

Aperture straordinarie

Sabato 24 e Domenica 25 settembre 2016

ore 16.00 - 20.00

visite guidate: ore 17.30 (24 e 25 settembre)

Domenica 9 ottobre 2016

ore 10.00 - 18.00

visita guidata: ore 16.00

Ulteriori visite guidate per scolaresche e gruppi di cittadini possono essere richieste all'indirizzo email: as-tv@beniculturali.it.

INGRESSO GRATUITO

parcheggio gratuito per i visitatori

per informazioni: tel. 0422 545805 (sig.ra Valeria) - email: as-tv@beniculturali.it